MANUALE DISTRUZIONE

26 settembre 2016 at 20:47 (Il Punto, Vita vs. Me)

Si legge da soli, sdraiati sul letto e al buio.

Mentre lo leggi ti rendi conto che il buio è l’esseza di tutta la stanza, io sono nella stanza e tra me e il buio non c’è confine. Io sono il buio.

Il buio è quella sensazione di solitudine e smarrimento di chi sa di essere solo. Non c’è neanche la dicotomia solo/tutti. Solo contro tutti… no. Chi è solo non ha neanche qualcuno a cui contrapporsi.

Quando si legge il manuale distruzione si scompare in uno sconfinato buio. In questo momento io non sto esistendo.

Annunci

Permalink Lascia un commento

SILLABE D’AMORE TUTTE SUL PAVIMENTO

27 aprile 2016 at 21:25 (Il Punto, Vita vs. Me)

Ho imparato il concetto di saturazione alle elementari.
La maestra aveva riempito un bicchiere d’acqua e ci aveva versato un cucchiaino di zucchero dentro. Nulla di strano, girando poco alla volta si era sciolto. Ripetè il gesto credo altre 6 o 7 volte, lo zucchero continuava a sciogliersi ma il processo era sempre più lento e il cucchiaino doveva fare sempre più giri.
La maestra versò di nuovo dello zucchero e questa volta non riuscì più a sciogliersi, l’acqua era satura di quelle particelle… non poteva più accoglierle dentro di sè e poco alla volta iniziò a crearsi un deposito sul fondo del bicchiere.
Ricordo di aver afferrato in quel momento e perfettamente il concetto di saturazione.
La maestra però andò avanti, continuò a versare dello zucchero nel bicchiere.
Ricordo anche che quel gesto all’epoca mi diede molto fastidio. Nella mia innocenza credo di aver pensato che stesse facendo del male sia allo zucchero che all’acqua.
Lo zucchero non si scioglieva più, come lo si versava cadeva immediatamente come deposito sul fondo del bicchiere, rubando sempre più spazio all’acqua che inevitabilmente… finì per traboccare fuori dal bicchiere.

Allo stesso modo credo che anche il Cuore possa raggiungere il livello di saturazione. Ci versiamo (e ci versano) dentro di tutto, e il cuore fa di tutto per ritrovare il suo equilibrio… ma anche lui ha un livello di saturazione.
Quando il male è troppo, quando il dolore è troppo, quando l’amore è vano… per lo stesso motivo per cui l’acqua trabocca dal bicchiere, allo stesso modo le lacrime sgorgano dagli occhi.

Permalink Lascia un commento

CREPE

11 maggio 2015 at 20:21 (Il Punto)

Nasciamo, ed gnuno di noi all’inizio è una nave inaffondabile.

Poi ci succedono alcune cose: persone che ci lasciano, che non ci amano, che non ci capiscono o che noi non capiamo, e ci perdiamo, sbagliamo, ci facciamo del male, gli uni agli altri.

E lo scafo comincia a creparsi.

Quando si rompe non c’è niente da fare, la fine è inevitabile.

Però c’è un sacco di tempo tra quando le crepe cominciano a formarsi e quando andiamo a pezzi. Ed è solo in quei momenti che possiamo vederci, perché vediamo fuori di noi, dalle nostre fessure e dentro gli altri attraverso le loro.

Una volta che lo scafo va in pezzi, però, la luce entra. Ed esce.

Permalink Lascia un commento

INNAMORATI DI…

10 maggio 2015 at 22:41 (Il Punto)

Innamorati di una persona che ti bacia all’improvviso, senza motivo, per avere ogni volta l’emozione di un amore che sorprende.

Innamorati di qualcuno che usa gli abbracci invece delle parole quando sei triste e che, invece dei consigli, usa il battito del suo cuore per calmarti.

Innamorati di una persona che ami la tua libertà, la tua indipendenza e che rispetti le tue scelte, ma che ogni tanto ti faccia una sfuriata di gelosia, perché in fondo tu sei il suo mondo.

Permalink Lascia un commento

MANCARE

9 maggio 2015 at 20:30 (Il Punto)

Non vorrei dirti “mi manchi” ma vorrei dirti “vengo a prenderti”.

Perché dirti che mi manchi non cambia la situazione.

Dirti “mi manchi” non ti porta qui da me.

Io voglio i tuoi occhi, i tuoi sorrisi e le tue parole. Io voglio viverti.

Il “mi manchi” non vorrei nemmeno pensarlo.

Permalink Lascia un commento

?

9 ottobre 2013 at 10:18 (Il Punto)

“Cosa fai nella vita?”
“Me la complico”

Permalink Lascia un commento

SENZA SENSO

2 ottobre 2013 at 21:38 (Il Punto)

“Era stata una giornata senza senso. Una giornata senza senso di un mese senza senso di un anno senza senso.”

— L’uccello che girava le viti del mondo, Haruki Murakami

Permalink Lascia un commento

SEDUZIONE

13 settembre 2013 at 17:35 (Il Punto)

La seduzione è un gioco pericoloso… bisogna stare attenti a non rimetterci anche l’anima.

Permalink Lascia un commento

BUONA NOTTE

2 settembre 2013 at 23:50 (Il Punto)

Buonanotte a chi ha l’altra metà del cuore a chilometri di distanza.
E complimenti, complimenti davvero perché ci vuole un gran bel coraggio ad abbracciarsi da soli la notte.
Buonanotte, perché è una faccenda da duri amare chi c’è ma non c’è.

— Siham Jadir

Permalink Lascia un commento

RICORDATI DI GUARDARE LA LUNA

20 agosto 2013 at 11:35 (Il Punto)

“Si appoggiò a me e, quando chiusi gli occhi, capii che tutto quello che desideravo era tenerla tra le mie braccia per sempre.

– Nicholas Sparks

Permalink Lascia un commento

Next page »